Menu di scelta rapida
Sei in: Home / Ambiente e Mobilità / News / Dettaglio

News

Link alla versione stampabile della pagina corrente

31.05.2018 - Lavori Pubblici e Ambiente, Parco Fluviale

Appuntamento al cinema alla Casa del Fiume con “Anote’s ark - L’arca di Anote”

Venerdì 8 giugno, alla Casa del Fiume (via Porta Mondovì, 11a), alle ore 21, verrà proiettato il film “Anote’s ark - L’arca di Anote”, lungometraggio del 2018 del candese Matthieu Rytz per EyeSteelFilm. L’iniziativa è promossa dal Parco fluviale Gesso e Stura in collaborazione con il Festival CinemAmbiente e con il sostegno dell’Unione Europea nell’ambito del programma Interreg Alcotra 2014 – 2020 – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) -progetto “CClimaTT – Cambiamenti Climatici nel territorio transfrontaliero”.
L’ingresso è libero e gratuito, fino ad esaurimento posti. Per informazioni: 0171 444501, parcofluviale(at)comune.cuneo.it e www.parcofluvialegessostura.it.

Il canadese Matthieu Rytz nel suo “Anote’s ark - L’arca di Anote” racconta di come lo Stato di Kiribati, arcipelago del Pacifico centrale, rischia di essere ingoiato dalle acque del mare, il cui livello va progressivamente alzandosi a causa dei repentini cambiamenti climatici. Sullo sfondo del dibattito internazionale sull’ambiente e degli appelli perché le migrazioni causate dal clima siano riconosciute come questione urgente in materia di diritti umani, la lotta del Presidente Anote Tong per salvare la sua nazione si intreccia con il destino della giovane Semerary: mentre il primo, con tenacia, sostiene i negoziati internazionali sul clima e persino indaga la possibilità di costruire città sottomarine, la ragazza, madre di sei figli, si dibatte nella decisione di lasciare l'unica cultura che conosce per ricominciare in Nuova Zelanda. Il ritratto di un popolo dalla grazia e forza di carattere straordinarie, determinato ad affrontare la sfida a testa alta.“Anote’s ark” è stato presentato in prima mondiale a gennaio al Sundance Film Festival di Salt Lake City e, nelle settimane successive, ha partecipato a numerosi festival europei e statunitensi. Lo scorso 31 maggio ha aperto l’edizione 2018 del Festival CinemAmbiente di Torino.
Il regista Matthieu Rytz da anni si interessa agli effetti dei cambiamenti climatici, integrando questa conoscenza alle sue ricerche visive attraverso la fotografia e la regia di documentari. Espone le sue foto in tutto il mondo ed è il produttore della mostra “World Press Photo” di Montreal. Anotes’s Ark è il suo primo lungometraggio.

Con la proiezione di questa significativa testimonianza, il Parco inaugura una serie di attività rivolte alla cittadinanza di informazione e sensibilizzazione sui cambiamenti climatici, sulle loro cause, sui loro effetti a livello globale e locale e sulle possibili azioni di mitigazione e di adattamento a cui l’intera società civile è chiamata a contribuire. Tali attività rientrano nel progetto di cooperazione transfrontaliera Interreg Alcotra 2014-2020 “CClimaTT” che il Parco fluviale Gesso e Stura conduce come capofila in partenariato con: Regione Piemonte, Ente di Gestione delle Aree Protette delle Alpi Marittime e Unione dei Comuni “Colline di Langa e del Barolo” in Italia; il Parco del Mercantour e il Parco degli Ecrins in Francia.

Condividi |