Menu di scelta rapida
Sei in: Home / Attività istituzionali interne / News / Dettaglio

News

Link alla versione stampabile della pagina corrente
Immagine copertina libretto stagione artistica Conservatorio G.F. Ghedini

27.03.2017 - Stampa e Comunicazione

Concerto di apertura della Settimana Santa | G. Rossini, Petite Messe Solennelle

Il testamento spirituale di Gioacchino Rossini apre le celebrazioni della Settimana santa a Cuneo. Lunedì 10 aprile 2017 alle ore 21.00 presso la Cattedrale di Cuneo, i solisti, il coro e l’orchestra del Conservatorio statale di musica “G.F. Ghedini”, cui si uniscono alcuni cantori della Corale Città di Cuneo, faranno risuonare le note di una delle pagine più celebri di Rossini: la Petite Messe Solennelle.

Ultima composizione scritta dal musicista pesarese, la Petite Messe insieme allo Stabat Mater è una delle pagine spirituali più alte del XIX secolo. Composta per un organico ‘intimo’ - perché affidata a dodici cantori, due pianoforti e un harmonium - l’opera fu trascritta per orchestra dallo stesso Rossini alcuni anni dopo, per timore che se l’avesse fatto un altro compositore avrebbe tradito lo spirito voluto dall’autore.

Composizione ardita, la Petite Messe è una pagina non al passo con i tempi, non perché figlia di un linguaggio musicale passato, bensì perché rappresenta, stilisticamente e contenutisticamente, un balzo nel futuro. In una Francia immersa nelle mielosità operistiche e allo stesso tempo tesa alla rincorsa del dramma in musica germanico, la Petite Messe Solennelle di Rossini guarda alla grande polifonia italiana del Cinquecento e alla lezione contrappuntistica di Bach, rileggendole attraverso una nuova e modernissima concezione compositiva.

Protagonisti dell’evento saranno: Laura Romo Contreras – soprano, Fu Rui – contralto, Filippo Pina Castiglioni – tenore, Enrico Gaudino – basso, Jacopo Cassese – organo, il coro e l’orchestra del Conservatorio, la Società Corale Città di Cuneo. Maestro del coro: Massimo Peiretti. Direttore: Gian Rosario Presutti.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con la Diocesi di Cuneo.

Condividi |