Menu di scelta rapida
Sei in: Home / News / Dettaglio

News

Link alla versione stampabile della pagina corrente

03.08.2017 - Ambiente e Territorio, Biciclette

Corso Nizza: centomila passaggi di biciclette in due mesi

Centomila passaggi in poco più di due mesi: questi i primissimi dati raccolti dal contabici installato sulla pista ciclabile di Corso Nizza, all’altezza del palazzo della Provincia di Cuneo. I dati non fanno altro che confermare quanto la mobilità ciclistica sia nelle corde dei cuneesi, con centomila biciclette, vale a dire quasi due volte la popolazione di Cuneo, registrate da quando il sistema di monitoraggio è stato installato, a fine maggio.
Nel tratto discendente, sul lato del Palazzo della Provincia, sono passate 57.590 biciclette, un po’ di meno, 43.215, sul lato opposto, quello ascendente. La media giornaliera si aggira intorno ai 550 passaggi per la pista ciclabile che da piazza Galimberti va verso piazza Europa e 730 per il lato opposto. Il contabici racconta di una città che utilizza la bici per andare al lavoro e nei suoi spostamenti quotidiani, con quasi il doppio di passaggi nei giorni feriali rispetto ai weekend (629 contro i 364 sul tratto ascendente, 738 contro 462 sul discendente). Come immaginabile, il giorno della settimana con più passaggi è il martedì, con almeno un 20% in più di passaggi rispetto al resto della settimana lavorativa.
Infine, nei giorni feriali il picco di passaggi si ha tra le 9 e le 12 e poi di nuovo tra le 17 e le 18, nei week-end il picco si registra la mattina tra le 11 e mezzogiorno e un secondo intorno alle 17. Curioso il picco assoluto che si ha intorno alle 8 dei giorni feriali nel tratto di pista discendente, di biciclette che scendono verso il centro storico.

Il sistema di monitoraggio dei passaggi è stato installato dal Comune di Cuneo nell’ambito del progetto Alcotra “REVAL – Reseau Vélo Alpes Latines” e si tratta di un dispositivo che conta le biciclette transitanti sulla pista ciclabile: il numero di biciclette che passano giornalmente e il totale cumulato dall’inizio dell’anno è visibile sul display posizionato a fianco della ciclabile lato ascendente, immediatamente prima del passaggio pedonale del palazzo della Provincia.

Il medesimo sistema nei prossimi mesi verrà implementato in altre due aree della città, il Ponte Vassallo alle Basse di Stura e Calà Gino Giordanengo, che conduce al Parco fluviale Gesso e Stura dalla zona del Santuario degli Angeli.
“L’intenzione dell’Amministrazione era quella di dotarsi di strumenti precisi che permettessero nel tempo di valutare l’efficacia delle politiche volte a migliorare e incentivare la mobilità ciclabile. I primi dati che arrivano da questo sistema di monitoraggio ci restituiscono l’immagine di una città che utilizza abitualmente la bicicletta e lo fa nei suoi spostamenti quotidiani – afferma l’Assessore alla Mobilità del Comune di Cuneo Davide Dalmasso -. In questi anni abbiamo portato avanti interventi strutturali e azioni immateriali, di formazione, informazione e promozione della mobilità sostenibile e ciclistica: ora i dati ci confortano e incoraggiano a continuare in questa direzione”.

Condividi |  

Ultimi 7 giorni

Ricerca avanzata News